Sagra dello Spaghetto dei Carbonai – Fratticiola Selvatica

STAFF TrippaAdvisor, 21/07/13

header

fine luglio

Valutazione:

3,0 ganasse

30ganasse

Recensione:

La festa “dla Somèra” è arroccata nel paese di Fratticiola Selvatica, un piccolo borgo in cima ad una collina che domina la zona tra Perugia e Gubbio. Si arriva a destinazione dopo diversa strada (e diverse curve!) e subito salta all’occhio la scarsa disponibilità di parcheggio nella zona limitrofa (si tenta di parcheggiare lungo la strada) e occorre essere aiutati un po’ dalla sorte e trovare un posto per non dover parcheggiare molto distanti dalla festa.

Una volta trovato posto si ordina nella più classica delle maniere: stand per l’ordinazione e successivamente ci si accomoda al tavolo e si lascia il buono ai ragazzi di servizio.
L’ordinazione purtroppo è un po’ lenta e bisogna aspettare anche alcune decine di minuti (bisogna però riconoscere che c’è sempre molta gente a mangiare) e perciò si ricorre ad un eliminacode. Nel nostro caso (indicativo!) è capitato di avere circa 80 numeri prima e quindi con buon anima ci siamo messi in attesa.
L’ordinazione di per se è velocissima, aiutata dal fatto che i ragazzi della cassa dimostrano dei buoni automatismi (sanno lavorare) e anche dal fatto che i dubbi su cosa prendere sono pochi: il menu offre non grandi specialità, ma dei prezzi assolutamente bassissimi, perciò chi ha il dubbio se prendere una cosa  o l’altra, è aiutato dal fatto che con poca spesa le può prendere tutte e due.

Fatto l’ordine ci si accomoda nell’area ristoro, e si attende (non poco in realtà) per avere l’attenzione di un ragazzo/a a cui dare il buono.
Finalmente arrivano le cibarie, tra cui in primis, l’antipasto del carbonaio. Un misto di assaggi di torta vuoti (tre pezzi) con altrettanti salumi (prosciutto, capocollo e salame), fagioli con aromi, bruschetta aglio e olio bruschetta con pomodorini. Non male, ma siamo nella normalità delle cose.
Per primo gli spaghetti del carbonaio: si tratta di (come lascia intuire il nome) di una semplice carbonara. Bisogna riconoscere però che è molto ben fatta e saporita, il guanciale si sente e i sapori sono ben miscelati, il tutto ad un prezzo assolutamente irrisorio. Da consigliare!
Come secondi arrivano una coratina d’agnello e una bistecca di maiale. La coratina è buona, saporita e delicata, accompagnata con un pezzo di torta al testo però decisamente migliorabile. Forse un po’ troppo “asciutta”. Sicuramente ne abbiamo provate di migliori.
Poi la braciola di maiale, che è buona ma non è di certo una specialità, per la serie: si mangia volentieri ma non è niente di più di quello che si può mangiare a casa (e c’è da dire che con quasi 6 euro a casa ce se ne mangiano diverse!)

In conclusione: sagra sulle quali però i giudizi sono un po’ alterni. Specifichiamo subito: è tutto buono, ma non si sono rilevati dei picchi di eccellenza tali da farla rientrare nel “TOP”.

menu

 

Dove:

Centra mappa
Traffico
In bicicletta
Trasporti

,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.