Sagra del Crostone – Corsa del Gallo – Strozzacapponi

STAFF TrippaAdvisor, 04/08/13

crostone

fine luglio – inizio agosto

Valutazione:

2,5 ganasse

25ganasse

Recensione:

Domenica sera cena alla Sagra del Crostone in località Strozzacapponi. Serata particolare, in quanto ultimo giorno di sagra, dedicato alla famosa Corsa del Gallo che coinvolge i rioni di Strozzacapponi, ed è quindi prevista molta gente. In effetti la coda alla cassa non è stata lunga e neppure l’attesa ai tavoli, anche perchè ci sono due casse e due aree destinate ai tavoli. Il servizio, affidato come sempre a ragazzi, è buono e molto veloce.
La location di una delle due aree dove viene allestita la sagra non è bellissima in quanto è in prossimità della Pievaiola: gli organizzatori devono giocoforza adattarsi, per cui intorno ai tavoli è stato tirato su un telo nero per separarli dalla strada. Il parcheggio è ampio e facilmente raggiungibile ma moltissime persone preferiscono lasciare l’auto a bordo strada, con conseguenti ingorghi alla viabilità.
E veniamo alle portate. Arriva subito l’antipasto della sagra, che si rivela non entusiasmante in considerazione del prezzo non proprio a buon mercato (oltre 6 euro): prosciutto e melone, salumi, due crostini e fagioli con cipolla.
Subito dopo arrivano i primi: tagliatelle al sugo d’oca e chitarrini tricolore. Le tagliatelle, di buona consistenza e cotte al dente purtroppo vengono penalizzate in modo drammatico dal sugo d’oca, eccessivamente salato. Buoni e ben conditi i chitarroni, che con il condimento di pomodoro ciliegino, basilico e speck si lasciano voler bene dal commensale.
Per secondo optiamo per le puntarelle di maiale. Anche qui una buona base (carne buona e ben cotta) viene rovinata dal sale, sparso così in abbondanza da rendere difficile gustarsi il piatto. Discreta invece la torta al testo con salsicce, ma più per il ripieno che per la torta in sè.
Dessert: bocciati i tozzetti con il vin santo, probabilmente “compri” e comunque troppo zuccherosi e poco genuini, mentre il vin santo è “fonfo”, spento, e non lascia alcun ricordo.
In definitiva un voto appena sufficiente ad una cena che, più che l’amaro, lascia del salato in bocca.

 

menu

Dove:

Centra mappa
Traffico
In bicicletta
Trasporti

 

 

,,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *