Diavoli in Festa – Casa del Diavolo

STAFF TrippaAdvisor, 01/08/13

header

fine luglio – inizio agosto

Valutazione:

4,0 ganasse

4,0 ganasse

Recensione:

“Diavoli in festa” è l’appuntamento che da tanti anni caratterizza la zona nord del comune di Perugia, che corre veloce lungo la E45 verso l’alta Valtiberina. Ma la rete di Casa del Diavolo sembra trattenere moltissimi automobilisti e non solo. Infatti è giovedì e ci troviamo di fronte ad una folla enorme di persone.

Se si ha la forza di non spaventarsi, in un tempo relativamente breve si riesce a mangiare.
Il sistema di prenotazione è ai limiti dell’inverosimile: si fa la fila, al termine della quale un addetto munito di iPad, con un gigantesco TV al plasma rivolto verso la coda, visualizza i tavoli di tutta la festa e la disponibilità residua di posti; una volta trovato posto ci si può accomodare subito. In 20 minuti dall’arrivo siamo seduti.

Ogni tavolo ha un portamenù al centro che contiene la carta dei vini e delle bevande, mentre il menu vero e proprio è stampato sulle tovagliette: un esempio di ottimizzazione dei materiali, in una festa peraltro attenta a ridurre lo spreco anche attraverso piatti di ceramica, calici in vetro e posate in metallo, o comunque a consumare in modo più responsabile (raccolta differenziata, stoviglie “compostabili, ecc.).

Ordiniamo “catturando” un’addetta passa a raccogliere le ordinazioni (un discorso andrebbe fatto a parte sull’alto livello estetico del personale, in particolare quello femminile, ma la nostra professionalità ci impone di rimanere SOLO sul pezzo gastronomico), e scopriamo che si può pagare normalmente in contanti oppure con il Bancomat tramite un POS wireless portato direttamente al tavolo, servizio più unico che raro in una sagra paesana.

Nel menu si nota che c’è discreta abbondanza di piatti tra cui scegliere, ed oltre alle portate “classiche”, disponibili ogni sera, sono presenti dei menu paralleli con piatti che rimangono a disposizione solo per pochi giorni. I prezzi sono assolutamente nella norma, a tratti pure convenienti.

Il vino, rigorosamente in bottiglia, viene servito dopo essere stato stappato e fatto assaggiare.
Se tutto è ok, viene servito dopo essere stato riposto in una borsetta ghiacciata per mantenerlo fresco. Per la cronaca, il bianco assisano assaggiato è molto buono.

Veniamo alle pietanze. Due primi diversi entrano nei nostri stomaci: i “vermicelli alla carbonara estiva” (con barbozzo, zucchine e fiori di zucca) sono molto buoni, delicati e per nulla pesanti; le “code di diavolo strascinate”, una pasta simile ai taglierini con sugo rosso di salsiccia, porcini, pancetta, panna e peperoncino, sono piene di gusto e di sapori, senza quella sensazione di colata di cemento che un piatto così ricco potrebbe dare.

Di secondo assaggiamo la torta al testo “del diavolo” (con barbozzo) con un ottimo impatto generale, evitando l’errore classico di alcune torte al testo di somigliare troppo a delle focacce troppo sottili e croccanti.

Arriva anche la porcaccia di suino (una bistecca di capocollo impanata), che pur non brillando lascia una buona impressione di tenerezza. Non è particolarmente condita, ma il fatto di trovare sul tavolo un intero kit di condimenti, con sale, pepe, aceto e olio (altro fattore di rarità nelle sagre), permette di correggere a piacimento il piatto e condire l’allegato piatto di insalata con la quale la carne viene servita.

Per dolce gustiamo una cialda con gelato e macedonia, sfiziosa e adatta a concludere un così lauto pasto.

Con la pancia piena e l’umore soddisfatto, ci lanciamo in un commento finale forse un po’ improvido: questa è la festa che forse più di tutte soddisfa non solo dal lato gastronomico, ma anche da quello del servizio: se non fosse che si sta all’aperto si ha proprio l’impressione di stare in un ristorante, tra l’altro non proprio di bassa lega.
Tante piccole accortezze e comodità che stupiscono l’avventore e che giustificano assolutamente il massimo dei voti: 4 GANASSE PER I DIAVOLI!

 

diavoli menu_diavoli1 menu_diavoli2

 

Dove:

Centra mappa
Traffico
In bicicletta
Trasporti

,,,,,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.